I cookie sono fondamentali per ottenere il meglio dai nostri siti Web, infatti quasi tutti ne fanno uso. I cookie memorizzano le preferenze degli utenti e altre informazioni che ci aiutano a migliorare il nostro sito Web. Ford Italia utilizza cookie di profilazione (anche di terze parti) al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall’utente nell’ambito della navigazione in rete. E’ possibile trovare maggiori informazioni sui cookie, su come controllarne l’abilitazione e negare il consenso con le impostazioni del browser cliccando qui.
 
La prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

Ulteriori informazioni

 
Responsabilità sociale
Un gruppo internazionale con radici locali
Siamo una compagnia internazionale: ci sentiamo responsabili e siamo parte integrante della società nella quale operiamo e viviamo.

Siamo alla costante ricerca di nuove soluzioni per ridurre al minimo la nostra impronta sull'ambiente e sviluppiamo nuove tecnologie per favorire il risparmio di energia e l'utilizzo intelligente delle risorse del nostro pianeta. Ecco perché Ford è stata la prima casa automobilistica a implementare lo standard ambientale ISO 14001, ottenendo la certificazione di tutti i suoi impianti di produzione nel mondo. Tutti i nostri principali fornitori sono ugualmente certificati.
I progetti pilota
In tutta Europa sono stati messi in atto progetti pilota, che coinvolgono i veicoli Flexifuel Ford e alcuni partner esterni, che hanno l'obiettivo di testare l'introduzione su larga scala del Bioetanolo E85 e dei veicoli Flexifuel.

La BEST (Bioetanolo per il Trasporto Sostenibile) gestisce progetti pilota programmati o già in corso di realizzazione nel Regno Unito, Spagna, Italia, Germania e nei Paesi Bassi. La PROCURA lavora in particolare su bioetanolo, biodiesel e gas naturale con dei progetti pilota in corso in Italia, Portogallo, Polonia, Spagna e Paesi Bassi.
Esempio svedese
Il grandissimo successo del bioetanolo in Svezia e l'introduzione delle versioni Flexifuel Ford sono un classico esempio di ciò che è possibile realizzare grazie alla collaborazione tra settori diversi, governativi e non.

Ecco alcuni degli incentivi concessi in Svezia per le vetture ecologiche: parcheggi gratuiti in alcune città, riduzione dei costi assicurativi, esenzione dalla sovrattassa di circolazione nel centro di Stoccolma, riduzione delle tasse per le vetture aziendali e riduzione sul bollo annuale di circolazione. Inoltre il bioetanolo è esentato dalla tassa sugli oli minerali.

Nell'ambito del proprio programma nazionale, il governo svedese ha decretato che il 75% dei propri acquisti di veicoli (a esclusione dei mezzi per Polizia, Pompieri e Ambulanza) debba essere costituito da veicoli a carburanti alternativi. Inoltre tutte le stazioni di servizio con un volume annuale superiore a 1.000 metri cubi sono tenute per legge a installare un impianto per combustibili alternativi entro il 31 dicembre 2009, mentre tutti i nuovi impianti devono distribuire combustibili alternativi.
Esempio francese
In Francia un accordo sui biocombustibili è stato redatto e siglato da un vasto numero di aziende automobilistiche, tra cui anche Ford.

L'accordo francese definisce l'impegno a erogare incentivi fiscali a lungo termine sia per i combustibili alternativi che per i veicoli Flexifuel, a installare 600 impianti di distribuzione di E85 (85% bioetanolo, 15% benzina) entro la fine del 2007 e 1.500 entro la fine del 2008. Il governo francese si è inoltre impegnato ad acquistare veicoli Flexifuel per il 15% del totale dei veicoli acquistati nel 2007 e per il 30% nel 2008.
Sempre più stazioni di rifornimento in Europa
Con la crescente popolarità dei biocombustibili e dei veicoli Flexifuel, un numero sempre maggiore di distributori offre carburante E85. In Svezia il numero di queste stazioni di servizio è passato da un numero di poco superiore allo zero nel 2001 alle 600 unità circa attuali. E si stima che entro il 2009 quasi il 60% delle 4.000 stazioni di servizio svedesi distribuirà E85.
L'impegno globale di Ford oggi
Già da molto tempo la Ford Motor Company investe nello sviluppo di veicoli Flexifuel. Negli ultimi dieci anni ha distribuito oltre 2 milioni di veicoli a etanolo in tutto il pianeta.

Nel 2006 sono stati introdotti quattro nuovi modelli Flexifuel nel mercato nordamericano. In Thailandia è stata lanciata una Focus Flexifuel che funziona con una speciale miscela thailandese di bioetanolo e benzina, oltre alla sola benzina. In Brasile la tecnologia del bioetanolo è ormai una realtà consolidata e i veicoli FFV dominano il mercato (le vendite di veicoli Flexifuel superano quelle di veicoli con motori benzina o diesel).
Ecosostenibilità
Ecco i punti fondamentali del nostro impegno per l'ecosostenibilità:
  • tutti i nuovi veicoli Ford sono riciclabili all'85%, come previsto dagli standard internazionali
  • ogni nuovo veicolo Ford è realizzato con un numero di parti, variabile tra le 20 e le 50 unità, prodotte con materiale riciclato. Ciò significa che 17.000 tonnellate all'anno di materiale riciclato non metallico non finiranno in una discarica
  • utilizziamo paraurti, batterie, pneumatici, tappeti, tappi, bottiglie di plastica, alloggiamenti per computer e abbigliamento riciclati su tutta la nostra gamma. Questo materiale riciclato viene utilizzato in componenti quali collettori di aspirazione, isolamento e tappeti, oltre che per il packaging dei componenti stessi